BorderLaB_Corpi in Rel-Azione

laboratorio di danza contemporanea e composizione istantanea

A cura di Beatrice Bresolin

Obiettivi:

  • sviluppare la consapevolezza e l’ascolto del corpo in relazione con lo spazio e con gli altri, attraverso l’uso attivo e consapevole dei sensi come fonte di movimento, per aumentare la propriocezione e quindi la chiarezza di intenzione ed efficacia nella comunicazione corporea.
  • accrescere il linguaggio di movimento superando i limiti posti dalle proprie abitudini e “tradizioni”.
  • utilizzare l’ambiente circostante come fonte di stimolo al movimento, attraverso una pratica fisica che risponde ad una politica di rispetto (del proprio corpo e ciò che ci circonda), sostenibilità (imparando a “prendere da quello che c’è”), inclusione (degli altri e dell’ambiente circostante) e condivisione (più che “dimostrazione”).
  • scoprire ed esprimere la propria creatività e il proprio talento personale.
  • raggiungere uno stato performativo forte, ovvero una presenza allo stesso tempo sicura, calma e pronta a divertirsi con l’imprevedibile.
  • imparare a servirsi della tecnica a favore e non a scapito del piacere di ballare.

    Nota: L’offerta formativa viene di volta in volta adattata al background e agli interessi del gruppo di partecipanti, nell’ottica di offrire un training e un lavoro di ricerca che vadano ad integrare le regolari attività.

Pratiche:

  • ascolto e apertura partendo dai sensi della vista, dell’udito e del tatto.
  • ricerca personale guidata per uscire dalla confort zone e sviluppare il proprio vocabolario di movimento.
  • interazione con lo spazio e con gli altri basata sui principi che regolano la relazione umana: consapevolezza, autonomia, ascolto, disponibilità, chiarezza, empatia.
  • creazione di sequenze coreografiche attraverso la relazione con l’ambiente circostante (lavoro anche all’esterno della sala di danza auspicabile).
  • pratiche sul tempo e sul ritmo di composizione.
  • pratiche sulla presenza, sullo sguardo e sull’incontro.
  • pratiche di movimento che includono l’uso della voce e della parola.
  • pratiche con dinamiche giocose.

Tecniche e Strumenti:

  • elementi di release tecnique: principio del momentum, connessione tra parti del corpo, relazione peso del corpo – pavimento – forza di gravità, origine del movimento.
  • task di improvvisazione individuali, a coppie, in gruppo.
  • elementi di floor work.
  • elementi di tecnica classica rielaborati.

Performance finale (se interessati):
se l’organizzazione ospitante è interessata, il laboratorio può condurre ad una performance/restituzione finale. Essa includerà parti di composizione istantanea strutturata e sequenze coreografiche create insieme ai partecipanti e metterà in discussione i confini dello spazio scenico e del rapporto tra danzatore e spettatore…